TERAPIA INTRA-VITREALE (IVT) CON FARMACI ANTI-VEGF - Oculista Nicoletti Gaspare - (Caltanissetta - Viale Trieste, 157) - Oculista Nicoletti Gaspare

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CHIRURGIA
 

Le Terapie Intravitreali consistono nell'uso di farmaci che vengono iniettati, mediante un sottilissimo ago, all'interno del vitreo. Si tratta di una forma terapeutica relativamente "giovane", cui ci si è accostati con grande cautela nell'ultimo decennio data l'elevata possibilità di effetti collaterali non prevedibili sulle strutture intraoculari.
Al momento attuale, i farmaci che si giovano di questa via di somministrazione appartengono a due categorie: i farmaci anti-VEGF (LUCENTIS, AVASTIN, MACUGEN) ed i cortisonicI (TRIAMCINOLONE, DESAMETASONE, OZURDEX).
Tutti i tipi di iniezione intra-vitreale devono essere eseguiti in sala operatoria, nel rispetto di rigide procedure di sterilità, come un intervento vero e proprio eseguito all'interno dell'occhio, altrimenti si rischiano gravissime infezioni, con perdita definitiva della vista e dell'occhio stesso!!!
Le iniezioni intravitreali di farmaci anti-VEGF possono essere ripetute in caso di scarso risultato ovvero di recidiva della patologia. L'intervallo tra le iniezioni ed il numero delle stesse varia da caso a caso e da farmaco a farmaco e può essere compreso tra uno e diversi mesi, secondo procedure e schemi di trattamento codoficati a livello internazionale, con possibilità di poter anche"personalizzare" il numero di iniezioni, dopo le prime 3, la cosìddetta "dose di carico".


Allegato
: Terapia mista Anti-VEGF e PDT in DMLE essudativa
Allegato
: DMLE PREVENZIONE E DEIAGNOSI

Terapia Intravitreale
 
Torna ai contenuti | Torna al menu